Che vuol dire “grande avvocato”? Vuol dire avvocato utile ai giudici per aiutarli a decidere secondo giustizia, utile al cliente per far valere le proprie ragioni. Utile è quell’avvocato che parla lo stretto necessario, che scrive chiaro e conciso, che non ingombra l’udienza con la sua invadente personalità, che non annoia i giudici con la sua prolissità e non li mette in sospetto colla sua sottigliezza: proprio il contrario, dunque, di quello che certo pubblico intende per “grande avvocato”.

Pietro Calamandrei

Abilitazione Punto di Accesso:

Si informano gli iscritti che a partire dal mese di giugno 2012 non sarà più obbligatoria la partecipazione al “Corso Base PCT”, al fine dell’abilitazione al Punto di Accesso.
Per essere abilitati allo stesso sarà sufficiente, con dispositivo di identificazione inserito (chiavetta) collegarsi al sito www.pdatorino.it, registrarsi e seguire le istruzioni riportate. Ulteriori informazioni sul sito AvvocatiTelematici .