Che vuol dire “grande avvocato”? Vuol dire avvocato utile ai giudici per aiutarli a decidere secondo giustizia, utile al cliente per far valere le proprie ragioni. Utile è quell’avvocato che parla lo stretto necessario, che scrive chiaro e conciso, che non ingombra l’udienza con la sua invadente personalità, che non annoia i giudici con la sua prolissità e non li mette in sospetto colla sua sottigliezza: proprio il contrario, dunque, di quello che certo pubblico intende per “grande avvocato”.

Pietro Calamandrei

indisponibilità dei sistemi informatici ministeriali dalle ore 14:00 del 24/12/2015 alle ore 08:00 del 28/12/2015

Si comunica che nell’arco temporale di cui all’oggetto non sarà possibile:

  • effettuare depositi telematici verso gli Uffici Giudiziari;
  • ricevere comunicazioni e notificazioni telematiche a mezzo Posta Elettronica Certificata - PEC sia in ambito civile che penale;
  • utilizzare i servizi del PdA di: consultazione registri, consultazione ReGInDE, pagamenti telematici e 335 il cui funzionamento sarà ripristinano nella giornata del 29/12/2015;
  • utilizzare i servizi del Portale dei Servizi Telematici (pst.giustizia.it);
  • ricevere e recapitare messaggi di Posta Elettronica Certificata – PEC da e verso tutte le caselle del dominio giustizia;

Si consiglia pertanto di effettuare i depositi telematici degli atti in scadenza il 24/12/2015 almeno 24 ore prima del blocco ovvero entro le ore 14:00 della giornata del 23/12/2015.

Maggiori dettagli sono contenuti nella comunicazione ufficiale del Ministero, reperibile on line al seguente indirizzo: http://www.ordineavvocatitorino.it/sites/default/files/documents/PCT/blocco_pct_24_12_2015.pdf

 

La Commissione Informatica dell’Ordine degli Avvocati di Torino