Che vuol dire “grande avvocato”? Vuol dire avvocato utile ai giudici per aiutarli a decidere secondo giustizia, utile al cliente per far valere le proprie ragioni. Utile è quell’avvocato che parla lo stretto necessario, che scrive chiaro e conciso, che non ingombra l’udienza con la sua invadente personalità, che non annoia i giudici con la sua prolissità e non li mette in sospetto colla sua sottigliezza: proprio il contrario, dunque, di quello che certo pubblico intende per “grande avvocato”.

Pietro Calamandrei

Cerimonia di riconoscimento professionale - 3 ottobre 2019

Printer Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno il nostro Consiglio ha organizzato la cerimonia del riconoscimento professionale ai Colleghi che hanno compiuto 50/60/70  anni di iscrizione all’Albo, cerimonia che si terrà il giorno 3 ottobre 2019 alle ore 11,00 presso l’Aula Magna Fulvio Croce al Palazzo di Giustizia.

I premiati saranno,

per i 70 anni: Avv. Ignazio Marcello Gallo;

per i 60 anni: Avv. Gian Franco Bertinotti, Avv. Andrea Galasso, Avv. Luciano Nizzola e Avv. Sergio Speranza;

per i 50 anni: Avv. Roberto Cagno, Avv. Soter Salvatore Catalano, Avv. Francesco Caterina, Avv. Giulio Demaria, Avv. Antonio Foti, Avv. Antonio Iorfida, Avv. Luigia Leone, Avv. Emilio Lombardi, Avv. Giovanni Milone, Avv. Mario Peirolo, Avv. Nicola Rossini e Avv. Gianfranco Zurlo.

Nell’occasione saranno anche premiati i primi classificati agli esami di avvocato nella sessione 2017 e verranno consegnate la toga in ricordo dell’Avvocato Paolo Catalano e la borsa di studio in ricordo dell’Avv. Sonia Bergese.

            Conto sulla vostra partecipazione a questo importante momento della vita del nostro Foro e Vi porgo i più cordiali saluti.

 

                                                                       F.to La Presidente dell’Ordine

                                                                               Avv. Simona Grabbi